chi vota non si nasconde

Siamo quasi arrivati al responso dell’urna relativa all’eventuale scioglimento della riserva riguardante il “nostro” PDR.

Dai dati parziali che siamo riusciti a raccogliere sull’intero territorio nazionale si può sicuramente dedurre che la partecipazione all’iniziativa di esporre la propria opinione sull’argomento è da ritenersi FALLIMENTARE!

Anche in questa occasione la nostra cultura “democratica” ha fatto cilecca.
A quanto pare il DNA italiano, fatte salve sporadiche storiche eccezioni, è predisposto alla

DELEGAZIONE (chiamiamola così per comparire come dei Signori).

Anche cercare di considerare l’assenteismo come voto di protesta, purtroppo questo ambito trova spazi molto ridotti e quasi insignificanti. In tutto ciò, se il messaggio che si voleva inviare doveva fungere da campanello di allarme per i sindacati, la sensazione è che non sia stato il metodo giusto considerando che non era necessario un quorum per la validità del risultato referendario.

Altra vicenda alquanto dubbiosa nasce dalla discordanza degli esiti tra le due sessioni di voto.

Pur precisando che l’iniziativa mossa dal CLAT (sondaggio on-line, che tra l’altro non prevedeva particolare impegno se non quello di inviare un sms)
non aveva fini diversi da quelli della semplice consultazione, resta singolare che non si riesca a far collimare i due risultati. Anzi!

Qualora ci trovassimo a fare i conti con lo stesso bacino elettorale diventa necessario assoldare un bravo psicologo che riesca a risolvere il nostro problema dello sdoppiamento della personalità.

Diversamente, sarebbe di ancor più difficile interpretazione e lasciamo a voi il compito. (Noi delle idee ce le siamo fatte).

La proposta messa in campo dal CLAT (che ricordiamo che non è un sindacato e tanto meno ha la pretesa di sostituirlo) mirava esclusivamente a raggiungere tutti coloro che ritengono che gli argomenti in questione siano strettamente legati alla propria vita in senso assoluto: lavorativa, personale e sociale.

Ma a quanto pare era solo… un’ illusione!