precisazioni

L’articolo del marchese Grillo ha suscitato molto interesse,molta rabbia e tanti messaggi ;)..
Precisiamo una cosa, l’obiettivo erano le segreterie nazionali e anche qualche regionale.

Sappiamo benissimo che in tutta italia nelle segreterie regionali lavorano persone in gamba oneste e al fianco dei lavoratori e molto spesso loro non riescono ad arrivare dove davvero vorrebbero.
Questo noi lavortori lo sappiamo benissimo!!
Ma nella maggior parte dei casi il rapporto con CGIL CISL UIL è deleterio.
Il pensiero dei lavoratori non conta nulla e di assemblee RSU non se ne vedono nemmeno col binocolo..

Quell’ articolo vuole mettere con le spalle al muro le segreterie nazionali, in modo che si rendano conto che chi non è con i lavoratori verrà messo allo scoperto, perché il sindacato è e dovrà rimanere a disposizione dei lavoratori, e discorsi come “la palla è mia, decido io” non si possono sentire. Tanto meno ora!
È stato chiesto un incontro, su Roma, su Napoli: chi risponde e partecipa guadagna stima e verrà dichiarato già il giorno dopo l’incontro, chi ci ignora perde la fiducia.
Perché tutti possano vedere chi fa cosa.
E questo fa il clat, crea trasparenza.

Con questo articolo si è voluto stimolare chi ancora non ha dato ok alla presenza a farlo, perché è FONDAMENTALE la presenza di tutte sigle.
Noi stiamo lavorando per unire i lavoratori d’Italia, ora tocca alle sigle fare unione tra loro e stare con i lavoratori.
La gente è stanca di essere guardata dall’alto verso il basso, soprattutto quando sta dedicando e sacrificando ogni istante del proprio tempo libero per far andare d’accordo tutti!